L'importanza del passato

Nel tempo, ho avuto modo di osservare diverse somiglianze tra le diverse arti marziali, e gli sport da combattimento. Alcune sono dettate da un'origine comune (ad esempio quelle che riguardano le arti marziali orientali), altre dall'anatomia umana e dalla naturale praticità. Prendiamo ad esempio la guardia adottata in un combattimento a mani nude (come la boxe usata nei duelli tra gentleman dell'800, o i primi incontri di Savate, dove la mancanza dei guantoni obbligava a protegger meglio il plesso solare, ed a staccare le mani dal viso. Difatti la guardia moderna è utilissima quando si usano i guantoni per proteggersi a mo' di scudo, ma è meno utile quando si combatte a mani nude). 
 
Guardando la foto che ho composto, si può facilmente notare la somiglianza tra le varie discipline. Fegato, milza, plesso solare e gomito interno del braccio avanzato sono ben protetti; la mano avanzata permette di deviare, attaccare, contrattaccare e parare; la mano arretrata può afferrare, contrattaccare e proteggere.
Questo dimostra come la funzionalità di determinate tecniche sia universale, ma anche di quanto sia importante mantenerne vivo il significato, poiché le stesse non hanno una valenza sportiva, e quindi sono spesso dimenticate o accantonate.
 
 
Si pensi anche ad un altra tecnica, il moroteuke del Karate. Esso è identico al Kamae (guardia) del Motobu Udun-di, ed assomiglia molto al Kamae di Choshin Chibana Sensei (foto 2). Questo perché... ne è un derivato! Informazioni come questa sono fondamentali quando si studia il bunkai (esercizio di applicazione) di un Kata (forma), al fine di meglio comprendere, ed in futuro tramandare, la tecnica eseguita.
 
Questo è uno dei motivi per il quale si dovrebbe conoscere bene il passato di una tecnica, prima di modificarla irrimediabilmente. Piccoli accorgimenti come questo, rallenteranno il degrado delle arti marziali.
Più persone sceglieranno di apprendere e tramandare le arti marziali tradizionali, come ad esempio il Karate di Okinawa, più ci sarà possibilità che esse non vadano perdute.

Per maggiori informazioni potete leggere:

"Karate Shorin-ryu: L'eredità delle guardie del re di Okinawa" (clicca qui)

"La leggenda dei maestri di Karate di Okinawa. Biografie, curiosità e misteri"  (clicca qui)

"Manuale del Karate e del Kobudo di Okinawa" (gratis qui)